L'ASCIUTTA
HealthyLife transition management dry cow

HealthyLife
Il programma per l’allevamento da latte sostenibile

Ridurre l'infiammazione sistemica durante il periodo di asciutta dei bovini da latte

HealthyLife
Il programma per l’allevamento da latte sostenibile

Ridurre l'infiammazione sistemica durante il periodo di asciutta dei bovini da latte

L'attivazione del sistema immunitario all'essiccazione provoca un danno al fegato che è ancora presente all'inizio della lattazione

Gli effetti negativi dell'attivazione del sistema immunitario e dell'infiammazione nei bovini da latte

L'attivazione del sistema immunitario[81] si traduce in un maggiore utilizzo di glucosio da parte del sistema immunitario che riduce l'assunzione di materia secca. This in turn results in a poor transition to lactation, resulting in health problems, poor lactational performance and poor reproduction.

La ghiandola mammaria è nota per causare l'attivazione del sistema immunitario, in particolare quando la mastite clinica si verifica dopo il parto, ma anche durante il periodo di siccità. Lo stress ossidativo durante il periodo di asciutta può provocare danni al fegato. Gli effetti dell'attivazione del sistema immunitario durante il periodo di asciutta dei bovini da latte possono essere ancora presenti all'inizio della lattazione successiva83. Il rischio di infezioni alla mammella è alto sia all'inizio che alla fine del periodo di asciutta87 (Figura 1). I cambiamenti ormonali e lo stress intorno al parto possono avere un impatto negativo sul sistema immunitario delle vacche da latte88,89,90. È stato dimostrato che la maggior parte dei casi di mastite clinica all'inizio della lattazione sono causati da infezioni durante il periodo secco91.

Figura 1. Tasso di nuove infezioni durante le 3 fasi del periodo secco (involuzione, stato stazionario e colostrogenesi) e durante l'allattamento.

pH and production of LPS in rumen, caecum and faeces of cows fed high amounts of grain compared to control cows. Increasing the level of starch decreased pH and increased LPS both in the rumen and the hindgut (Adapted from Li et al, 2012)39.

Un approccio sistematico all'asciugatura ridurrà l'impatto dell'infiammazione sistemica nelle vacche da latte

Il Dr. Jan-TijnSwinkels di MSD Animal Health condivide le ultime conoscenze scientifiche sull'essiccazione delle vacche da latte.

Asciugare correttamente i bovini da latte risolverà le infezioni della mammella esistenti e preverrà nuove infezioni e mastiti all'inizio della lattazione successiva. Ridurrà anche il rischio di attivazione del sistema immunitario.

Ridurre la produzione di latte al di sotto dei 15 kg/giorno prima dell'essiccazione delle vacche da latte

Se la produzione di latte delle vacche da latte scende sotto i 15 kg, il riassorbimento del latte dopo la cessazione della mungitura richiede meno di una settimana. Questo fa sì che le aperture dei capezzoli si chiudano prima93 (Figura 2), e una riduzione della quantità di perdite di latte94,95,97 (Figura 3). Per ogni 5 kg di diminuzione della produzione di latte alla messa in asciutta, il rischio di un'infezione della mammella si riduce del 77%.92.

Figura 2: Proporzioni di quarti con capezzoli aperti da 1 a 5 settimane dopo il dry-off (DO). I simboli rappresentano vacche da latte di 3 diversi gruppi di resa: bassa (LY; da 5,0 a 11,4 kg di latte/d), media (MY; da 11,5 a 17,7 kg di latte/d) e alta (HY; da 17,8 a 29,5 kg di latte/d). Nel complesso, la proporzione di quarti di mammella aperta era più bassa (P=0,047) in LY che in HY.

Figura 3: Numero di vacche con perdite di latte dopo la messa in asciutta considerando la produzione di latte: bassa (n = 25; <15 kg/d; linea tratteggiata), media (n = 27; 15-20 kg/d; linea tratteggiata) e alta (n = 24; >20 kg/d; linea continua).

Si possono fare diverse cose per ridurre la produzione di latte prima che le mucche da latte vengano prosciugate:

La gestione della dieta per ridurre la produzione di latte prima dell'essiccazione ridurrà lo stress delle vacche da latte e ridurrà la conta delle cellule somatiche e l'incidenza della mastite clinica durante la lattazione successiva. L'alimentazione di una razione per vacche in asciutta durante gli ultimi giorni di lattazione è uno dei 5 consigli di Joep Driessen per raggiungere 5 lattazioni in ogni mandria da latte.

  • Con le vacche da latte che sono note per avere una buona persistenza della lattazione, i produttori possono scegliere un periodo di attesa volontario più lungo prima di iniziare l'inseminazione, puntando a un intervallo di parto di 415 giorni20.
  • Se possibile, le vacche da latte dovrebbero essere alimentate con una dieta da vacca secca durante gli ultimi 7-10 giorni di lattazione. Questo non è sempre possibile o creerà lavoro extra. Per ridurre l'impatto sulla manodopera, gli allevatori possono scegliere di selezionare le vacche da mettere in asciutta ogni 3 settimane. Questo aumenterà la lunghezza del periodo di asciutta per alcuni animali, ma riduce la quantità di stress come risultato del raggruppamento. La ricompensa per il lavoro extra e il periodo di asciutta leggermente più lungo è una riduzione significativa del rischio di mastite clinica durante la lattazione successiva.
  • Un'alternativa alle strategie nutrizionali per ridurre la produzione di latte prima dell'essiccazione è la riduzione della frequenza di mungitura 98,99,100.

Riservare abbastanza tempo per applicare le guarnizioni dei capezzoli e la terapia della mucca asciutta

Il corretto funzionamento delle attrezzature di mungitura e l'adeguata formazione dei mungitori dovrebbero garantire che i punteggi dei capezzoli all'essiccazione siano 1 o 2 su una scala di 4. Il passo successivo è quello di garantire che le guarnizioni dei capezzoli e gli antibiotici per vacche in asciutta siano applicati correttamente.

L'applicazione di guarnizioni per capezzoli e/o la terapia della vacca asciutta aiuterà a risolvere le infezioni esistenti e a ridurre il rischio di nuove infezioni della mammella. L'igiene e la tecnica di applicazione devono comunque essere ottimali, altrimenti c'è il rischio di introdurre nuove infezioni. Per gentile concessione di MSD Animal Health.

Curare le infezioni esistenti durante il periodo della vacca asciutta

La terapia della vacca secca con antibiotici mira a curare le infezioni della mammella esistenti e a ridurre il rischio di nuove infezioni. Con la terapia selettiva della vacca asciutta, questo obiettivo può essere raggiunto riducendo l'uso di antimicrobici. La terapia selettiva della vacca asciutta del bestiame da latte è raccomandata quando:

  • La conta delle cellule somatiche del serbatoio di massa è inferiore a 250.000 cellule/ml

  • L'azienda utilizza la sigillatura dei capezzoli

  • I patogeni della mastite da latte contagiosa sono sotto controllo con una bassa incidenza di mastiti causate da Staphylococcus aureus o Streptococcus agalactiae

    In caso di terapia selettiva per vacche asciutte, tutte le vacche da latte dovrebbero essere testate regolarmente e quelle con una conta di cellule somatiche di 200.000 cellule/ml o superiore dovrebbero essere asciugate con antibiotici.

Igiene e comfort della mucca durante il periodo di siccità

Durante il periodo di asciutta, l'igiene è cruciale, perché dopo l'asciutta e prima del parto, le estremità dei capezzoli sono aperte. Assicurare un clima ottimale nella stalla, compreso il comfort della vacca, spazio sufficiente e lettiere pulite per ogni vacca.

Il livello di igiene può essere valutato assegnando un punteggio alle mammelle, alle cosce, alle gambe e agli zoccoli delle vacche, come mostrato nella Figura 4. I punteggi possono variare da 1 a 4, con il punteggio 1 molto pulito, 2 pulito, 3 sporco e 4 molto sporco. L'igiene durante il periodo di asciutta è considerata sufficiente se meno del 10% delle mammelle ha un punteggio 3 o 4, meno del 15% delle cosce ha un punteggio 3 o 4 e meno del 20% delle gambe e degli zoccoli ha un punteggio 3 o 4.

Figura 4. Punteggi d'igiene di mammelle, gambe e zampe inferiori e piedi di bovini da latte. Per gentile concessione di MSD Animal Health.

Gestione della dieta e dell'alimentazione

Il Body Condition Score di una vacca da latte al momento dell'asciutta dovrebbe essere compreso tra 3 e 3,5. La restrizione dell'alimentazione durante gli ultimi giorni di lattazione ridurrà la produzione di latte, ma le vacche dovrebbero sempre ricevere abbastanza mangime per mantenere il loro punteggio di condizione corporea. Ogni vacca in asciutta dovrebbe quindi avere un posto alla cuccetta, e idealmente almeno 85 cm di spazio piuttosto che i 75 cm raccomandati per le vacche in lattazione. Una severa restrizione dell'alimentazione è indesiderabile dal punto di vista del benessere dell'animale, ma porterà anche alla soppressione del sistema immunitario in un momento in cui il rischio di infezioni alla mammella è significativamente aumentato.

Il massimo comfort e spazio possono anche ridurre il rischio di edema della mammella. Alti livelli di Na+ e K+ nella razione della vacca in asciutta possono causare la ritenzione di liquidi, che aumenterà il rischio di edema della mammella, anche se questo può essere parzialmente mitigato dall'esercizio. Una maggiore assunzione di questi ioni aumenterà anche il rischio di ipocalcemia. I foraggi al pascolo possono essere particolarmente ricchi di Na+ e K+.

Per ridurre l'impatto dell'infiammazione sistemica, dovrebbero essere considerati integratori alimentari che riducono l'attivazione del sistema immunitario101.

Di più sulla gestione della transizione...

Scarica la brochure per saperne di più sugli effetti negativi dell'attivazione del sistema immunitario e dell'infiammazione nelle mucche da latte.
L'attivazione del sistema immunitario aumenta l'utilizzo del glucosio da parte delle cellule immunitarie, con conseguente diminuzione dell'assunzione di materia secca. Questo provoca un aumento di NEFA e chetoni mentre la vacca si rivolge ad altre fonti di energia, e una relativa maggiore gravità dell'ipocalcemia, con conseguente cattiva salute, scarso rendimento in lattazione e scarsa riproduzione. La cattiva salute è una delle ragioni principali per l'abbattimento involontario delle vacche da latte, mentre le scarse prestazioni e la scarsa fertilità sono una causa importante dell'abbattimento involontario nell'ultima lattazione.

####Register once and download all you need
You can access all of our documentation about HealthyLife protocols, sustainable dairy farming and latest research insights about Dairry Cow transition management.

This is not correct
This field is required
This is not correct
This is not correct.
This is not correct
Grazie per l'interesse dimostrato nei confronti di Selko HealthyLife

Le abbiamo appena inviato un'e-mail. Segui le istruzioni contenute in questa e-mail per completare il download. Si noti che in alcuni casi i filtri antispam possono bloccare le e-mail automatiche. Se non trovate l'e-mail nella vostra casella di posta, controllate la cartella della posta indesiderata.

Buona giornata!

Scarica la brochure per saperne di più sugli effetti negativi dell'attivazione del sistema immunitario e dell'infiammazione nelle mucche da latte.
L'attivazione del sistema immunitario aumenta l'utilizzo del glucosio da parte delle cellule immunitarie, con conseguente diminuzione dell'assunzione di materia secca. Questo provoca un aumento di NEFA e chetoni mentre la vacca si rivolge ad altre fonti di energia, e una relativa maggiore gravità dell'ipocalcemia, con conseguente cattiva salute, scarso rendimento in lattazione e scarsa riproduzione. La cattiva salute è una delle ragioni principali per l'abbattimento involontario delle vacche da latte, mentre le scarse prestazioni e la scarsa fertilità sono una causa importante dell'abbattimento involontario nell'ultima lattazione.

Oppure visita il nostro centro di download per ulteriori informazioni;

Vai al centro di download